PRIMA I BAMBINI

PRIMA I BAMBINI

Prima i Bambini

Carissima famiglia,
la FISM Nazionale, da sempre impegnata a sostenere le scuole associate, è convinta che occorra
agire urgentemente per attivare tutte le azioni volte a raggiungere una effettiva parità, obiettivo
importante e ormai non più procrastinabile, indispensabile per il superamento dell’ingiustizia che
oggi le famiglie, i bambini, il nostro personale, subiscono.
La pesante esperienza della pandemia ha ulteriormente evidenziato, impietosamente, le disparità
del sostegno economico tra scuole statali e paritarie no profit, entrambe facenti parte dell’unico
Sistema nazionale d’istruzione voluto dalla Legge 62/2000. Il permanere ingiustificato delle forti
differenze nel sostegno pubblico tra la scuola statale e quella paritaria gestita dal “terzo settore”
vanifica le ragioni stesse della Legge. Un esempio significativo: tutte avete sperimentato l’ingiustizia
delle rette da versare anche se l’attività didattica era sospesa, per non compromettere la chiusura
delle “vostre” scuole…siamo fortemente impegnati perché venga finalmente attuato il dettato
costituzionale e legislativo, affinché sia definitivamente eliminata l’ingiustizia di trattamento
economico che le famiglie che usufruiscono delle scuole paritarie devono subire.
Garantire a ciascuna famiglia parità di trattamento, nella libera scelta di una scuola dell’infanzia
paritaria o statale è obiettivo prioritario di questa mobilitazione educativa e sociale a cui
ti chiediamo non solo di aderire, ma di esserne promotore e generoso sostenitore.

Rassegna stampa:

Lettera alle Famiglie:

Per dare ancora più forza alla nostra richiesta e raggiungere ancora più firme che sarà sempre più difficile ignorare da parte dei decisori, condividi la petizione su WhatsApp o tramite Facebook a tutti i tuoi contatti.
Condividere la petizione è semplicissimo, basta cliccare su questo link!

Fallo ora!

#IOLEGGOPERCHE’

#IOLEGGOPERCHE’

#IOLEGGOPERCHÉ È UNA GRANDE RACCOLTA DI LIBRI A SOSTEGNO DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE

È organizzata dall’Associazione Italiana Editori, sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e dal Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con il Ministero Istruzione – Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico.

#ioleggoperché è la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura. Grazie all’energia, all’impegno e alla passione di insegnanti, librai, studenti ed editori, e del pubblico che ha contribuito al successo di #ioleggoperché, finora sono stati donati alle scuole oltre un milione di libri, che oggi arricchiscono il patrimonio librario delle biblioteche scolastiche di tutta Italia.

LA SETTIMANA DELLE DONAZIONI

Da sabato 21 a domenica 29 novembre 2020, nelle librerie aderenti, sarà possibile acquistare libri da donare alle Scuole dei quattro ordinamenti: infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado.

Al termine della raccolta, gli Editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva (fino a un massimo di 100.000 volumi), donandoli alle Scuole e suddividendoli secondo disponibilità tra tutte le iscritte che ne faranno richiesta attraverso il portale.

#ioleggoperché 2020 sarà “a prova di Covid-19”: per agevolare le donazioni e garantire la meccanica dell’iniziativa in questo anno particolare, verranno segnalate sul sito le Librerie che dispongono anche di modalità di acquisto a distanza, così da evitare situazioni di assembramento nei punti vendita dal 21 al 29 novembre, quando tutti i cittadini potranno acquistare un libro da donare a una scuola.

LA NOSTRA SCUOLA E’ GEMELLATA CON LA CARTOLERIA: